• Fandor

    È il domatore di venti. Due metri di altezza e la bocca come un buco in mezzo al cespuglio di barba bionda. In pubblico comanda, in casa è sottomesso alla moglie. La sua imbarcazione si chiama Lingua di Serpe ed è la nave ammiraglia della flotta. Viene bruciata. Senza il suo vigilare sul Mare del Nord, il villaggio rischia: non può scambiare prodotti coi paesi vicini, né controllare se ci sono nemici in arrivo.

  • Groa

    Collezionista di pupazzi, con la faccia tonda come un pallone e le guance rosse. Grassotella e bugiarda, ha una vocetta stridula.

  • Asla

    Ragazza di dodici anni, sorella maggiore di Lomu e figlia del re. Sveglia e testarda, si fida molto di nonna Inga e dei suoi consigli. Spesso viene zittita da adulti che la considerano una bambina ma lei non si arrende mai, desidera scoprire la verità e ritrovare la bellezza di Wunder. La sua capacità di porre domande scomode la mette spesso nei guai. L’unico problema da cui non riesce a uscire è che, ovunque vada, soffre un sacco il freddo! Dalla nonna riceve in dono l’ingrandimentatore, una pietra sottile e trasparente che permette di vedere grandi le cose piccole e svelare cosa si nasconde agli occhi. Come Cercatrice, capirà che non bisogna mai dare giudizi frettolosi.

  • Kimi

    Il figlio del capo dei guerrieri. Ha dodici anni, come Asla, con cui diventa amico. Insieme a lei e Lomu forma un trio di Cercatori. Delle volte durante le ricerche avrà paura, ma col passare del tempo saprà tirare fuori coraggio e ingegno; e dalla sua bisaccia estrarrà delle sorprese portentose! È un ragazzo che deve crescere, lo desidera con tutte le forze, in modo da unirsi al padre nelle missioni di guerra. Capelli castani e arruffati, viso lentigginoso. È abbastanza alto per la sua età, però troppo magro per indossare una corazza vichinga. Saprà dimostrare che non sono i chili e i centimetri a rendere grande una persona.

  • Lomu

    È un bambino di otto anni, muscoloso e fortissimo. Non è capace di parlare, si esprime a gesti e con lo sguardo. È vanitoso e ride spesso per motivi inutili, si rotola per terra. Si tiene sempre in forma con esercizi per le gambe e le braccia. Ha i capelli corti, neri. Un naso enorme e gli occhi da ranocchio. Fratello minore di Asla, figlio del re. Con la sua potenza si metterà al servizio degli altri: salverà sia la sorella che Kimi.

  • Inga

    Chioma grigia, sorriso sereno. Sempre disponibile per i due nipoti Asla e Lomu. È lei a insegnare a loro come si diventa Cercatori. Ha le mani secche e lunghe. Quando parla, emana un calore che scalda chi la ascolta. Ottima cuoca. È in possesso di una pietra che permette di vedere in grande le piccole cose vicine: è un ingrandimentatore, che regala ad Alsa per aiutarla nelle sue ricerche. Sarà lei a far rinsavire suo figlio Kork, il re di Wunder.

  • Kork

    Di mezza età, con capelli e barba rossiccia. Da qualche tempo ha male a una gamba: è costretto a usare lo Spaccazucche, il martello da battaglia, come un bastone da passeggio. Non è disposto ad ascoltare i figli e perciò spesso è sua madre, cioè la nonna di Asla e Lomu, a sostituirlo nel ruolo di genitore. È diventato un padre poco affidabile, da quando ha perso la moglie. Sceglierà di essere l’ultimo sovrano della storia di Wunder.

  • Leif

    Il capo dei guerrieri. Alto e grosso, non grasso. Determinato al punto da agire senza pensare troppo alle conseguenze. Si dimostra freddo nei confronti del figlio Kimi. Capelli rossi, voce tonante, non accetta discussioni. È considerato il Grande Guerriero del Nord.

  • Amdir

    Ha l’aspetto di un pericoloso orso bruno, anche se in realtà è il re degli gnomi. Sono state le fate a trasformarlo così, in modo che possa sorvegliare e difendere i boschi. Ama giocare a Carta, forbice e sasso!

  • Sottutorn

    È il capo dei druidi. Secco e curvo e perennemente con il Libro Infinito in mano: tra le sue pagine cerca le risposte a ogni problema del mondo. Abile nel raccontare storie e leggende, a volte sembra in difficoltà ad accettare che la realtà sia diversa dalla teoria. Pare che abbia un alito terribile a causa del troppo salmone che mangia.

  • Igherot

    È il capo del villaggio di Meiyo e padre di Ichiro. Molto preciso e severo, è stato scelto per governare il villaggio in quanto il migliore tra gli abitanti nel memorizzare e seguire regole e pratiche. È leggermente balbuziente e la sua balbuzia peggiora incredibilmente di fronte a situazioni impreviste o a cose fuori ordine e fuori dalle regole. Per quanto gentile e cortese, non è per nulla affettuoso e il contatto umano lo mette in difficoltà; è anche un valido guerriero.

  • Bronn

    Il rappresentante del clan degli artigiani, si occupa di controllare che le strutture di Wunder siano sempre a posto. A volte, però, tende a essere pigro. Tarchiato, pochi capelli biondi in testa e molti peli che gli escono dalle orecchie e dalle narici, si gratta in continuazione sotto le ascelle.

  • Galvorn

    Un tipo basso e goffo, non molto intelligente. Piedi cicciotti e il naso a patate. Quando non parla, sbadiglia.

Personaggi