0% Complete
Logo

Per rendere autentica l’accoglienza di Cristo nel nostro cuore a Natale, è necessario vivere il Sacramento della Penitenza-Confessione. Offriamo una riflessione che ci può aiutare a vivere bene la nostra confessione in vista del Natale.

La verità della conversione interiore si manifesta visibilmente e in primo luogo con il cambiamento di vita. Ecco perché la tradizione della Chiesa testimonia tre modalità privilegiate per esprimere e rendersi degni del perdono: il digiuno, la preghiera e l’elemosina. Tre gesti che esprimono rispettivamente la conversione in rapporto a se stessi, a Dio e al prossimo. Questo itinerario di conversione trova la sua massima espressione e garanzia nel rito sacramentale dove per mezzo del ministero della Chiesa, Dio stesso assicura la sua presenza e azione salvifica.

L’autentica conversione non si esaurisce nell’intimità del rapporto con Dio, ma coinvolge la comunità ecclesiale. Come il peccato non va direttamente a Dio, ma ferisce sempre in qualche modo il prossimo e la Chiesa in particolare, così anche il perdono passa attraverso la comunità ecclesiale la quale diventa luogo e strumento di riconciliazione.

Questa mediazione ecclesiale viene espressa in modo speciale dal ministro ordinato che, sollecitata la sincerità del pentimento, dona al fedele il perdono in nome della Trinità e della Chiesa con queste parole:

“Dio, Padre di misericordia, che ha riconciliato a sé il mondo nella morte e risurrezione del suo Figlio e ha effuso lo Spirito Santo per la remissione dei peccati, ti conceda mediante il ministero della Chiesa, il perdono e la pace”.

Per evidenziare che il sacramento della Penitenza non è un semplice colloquio, né tanto meno un processo, ma un’azione liturgica della Chiesa, anche la celebrazione privata prevede un rito di accoglienza, la proclamazione della Parola di Dio, l’assoluzione con solenne imposizione delle mani, il rendimento di grazie e il congedo.

Il sacramento della Penitenza è stato istituito principalmente per la riconciliazione dopo una grave offesa agli impegni battesimali. Tuttavia la celebrazione di questo sacramento si pone opportunamente anche come sigillo al permanente itinerario di conversione e costituisce un insostituibile aiuto per consolidare questo cammino.

Parrocchia Sacro Cuore di Gesù
Via Aleardi 61 - Mestre (VE)
News
  • Attività estive

    Gr.Est. 2021 – Dal 7 al 25 giugno

    Per tutte le informazioni, vai nella pagina dedicata: www.parrocchiasacrocuore.net/grest.

    Campiscuola

    Elementari: dal 5 al 9 luglio

    Giovanissimi: dal 10 al 17 luglio

    Medie: dal 18 al 24 luglio

  • 5x1000

    • Da quest’anno è possibile donare il 5xmille a “Patronato Sacro Cuore”: codice fiscale 90126330274

  • Appuntamenti della comunità

    Libretto dei canti: premi qui.

    Foglietto della messa: 13 giugno.

    Sabato

    Ore 7.30 Lodi mattutine in cripta

    Ore 10.30 Caritas aperta

    Ore 19.00 Santa Messa in cripta

    Ore 20.00 Santa Messa animata dalle comunità neocatecumenali in cripta

    Domenica

    Ore 8.30 Santa Messa in cripta

    Ore 10.30 Santa Messa in Chiesa

    Ore 19.00 Santa Messa in cripta

    Lunedì

    Ore 7.30 Lodi mattutine in cripta

    Ore 18.30 Santa Messa in cripta

    Martedì

    Ore 7.30 Lodi mattutine in cripta

    Ore 17.30 Caritas aperta

    Ore 18.30 Santa Messa in cripta

    Mercoledì

    Ore 7.30 Lodi mattutine in cripta

    Ore 18.30 Santa Messa in cripta

    Giovedì

    Ore 7.30 Lodi mattutine in cripta

    Ore 16.30 Apertura sportello ACLI

    Ore 18.30 Santa Messa in cripta

    Venerdì

    Ore 7.30 Lodi mattutine in cripta

    Ore 17.30 Caritas aperta

    Ore 18.30 Santa Messa in cripta