0% Complete
Logo

I brani del Vangelo che la liturgia ci propone in queste domeniche raccontano fatti ed insegnamenti compiuti da Gesù l’indomani del suo ingresso a Gerusalemme. Siamo perciò nell’imminenza della sua passione: i capi del popolo e gli anziani cercano pretesti per accusare Gesù ed eliminarlo. ma il Signore ha riposto loro smascherando l’ipocrisia delle loro intenzioni raccontando la parabola dei due figli, la parabola dei vignaioli omicidi e quella del banchetto nuziale.

Tuttavia il confronto non finisce e, dopo questo, «i farisei se ne andarono e tennero consiglio per vedere come coglierlo in fallo nei suoi discorsi» (Mt 22,15). E così mandano alcuni dei loro discepoli a interrogare Gesù con una spinosa questione: «È lecito, o no, pagare il tributo a Cesare?» (Mt 22,17). A quel tempo Gerusalemme è sotto la dominazione romana. Se Gesù risponde negativamente rischia di generare una ribellione del popolo contro i romani e la conseguente violenta repressione da parte dell’esercito. Se, invece, risponde positivamente sarebbe stato considerato un traditore del suo popolo.

La risposta di Gesù giunge inattesa e si sottrae alla logica delle fazioni; facendosi mostrare la moneta del tributo il Signore dichiara: «Rendete a Cesare quello che è di Cesare e a Dio quello che è di Dio» (Mt 22,21). In questo modo Gesù fa una affermazione di fondamentale importanza, attualissima anche per noi oggi: c’è uno spazio che deve essere lasciato alla società, alle sue strutture e alle autorità che la governano. Ma questo spazio può esserci ed è per il bene dell’uomo solo laddove è riconosciuto e affermato il primato di Dio e il primato dell’uomo di fronte alla società e al potere. Così comprendiamo che è il riconoscimento del primato di Dio che fonda sia lo spazio dello Stato che la libertà dell’uomo di fronte ad esso.

Parrocchia Sacro Cuore di Gesù
Via Aleardi 61 - Mestre (VE)
News
  • Pellegrinaggio dei giovani alla Salute

    Ecco la presentazione del pellegrinaggio: leggi qui

    Maggiori informazioni sul sito del patriarcato.

  • Appuntamenti della settimana

     

    Sabato 18 novembre 2017

    Patronato aperto dalle 15.00 alle 18.00

    Dalle ore 16.30 alle ore 19.00 Un sacerdote è a disposizione per la confessione

    Ore 19.00 S. Messa (in chiesa)

    Ore 21.00 S. Messa (in cripta, animata dalle comunità neocatecumenali)

    Domenica 19 novembre 2017

    XXXIII Domenica del Tempo Ordinario

    Ore 8.30 S. Messa (in cripta)

    Ore 10.30 S. Messa (in chiesa)

    Ore 19.00 S. Messa (in chiesa)

    Lunedì 20 novembre 2017

    Ore 17.00 Pellegrinaggio dei giovani alla Salute

    Martedì 21 novembre 2017

    Festa della Madonna della Salute, santo patrono

    Ore 8,00 S. Messa

    Ore 16,00 S. Messa in particolare per gli ammalati e gli anziani. A seguire momento di gioiosa fraternità.

    Ore 17,00 Affidamento alla Madonna e Benedizione dei bambini da 0 a 13 anni.

    Ore 18,00 Rosario

    Ore 18,30 S. Messa

    Mercoledì 22 novembre 2017

    Ore 17.30 Presso la Sala S. Antonio. Conferenza su “Scuole di Venezia”

    Giovedì 23 novembre 2017

    14° Anniversario della dedicazione della Chiesa parrocchiale

    Ore 17.00 Catechesi per adulti

    Ore 19.00 Adorazione eucaristica

    Venerdì 24 novembre 2017

    Ore 18.00 Catechesi ragazzi delle medie

    Sabato 18 novembre 2017

    Patronato aperto dalle 15.00 alle 18.00

    Dalle ore 16.30 alle ore 19.00 Un sacerdote è a disposizione per la confessione

    Ore 19.00 S. Messa (in chiesa)

    Ore 21.00 S. Messa (in cripta, animata dalle comunità neocatecumenali)

    Domenica 26 novembre 2017

    XXXIIII Domenica del Tempo Ordinario

    Festa di Cristo Re dell’Universo

    Ore 8.30 S. Messa (in cripta)

    Ore 10.30 S. Messa (in chiesa)

    Ore 19.00 S. Messa (in chiesa)