0% Complete
Logo

È difficile intercettare la Buona Notizia nel Vangelo odierno. Inizia con tre raccomandazioni: donare una delle due tuniche; non esigere più di quanto è stato fissato; contentarsi delle proprie paghe. Segue l’annuncio dell’imminente arrivo di Colui che battezzerà in Spirito Santo e fuoco. È la domenica gaudete, così chiamata per l’invito a gioire proposto dalla liturgia. Gioire di cosa, visto che  il Vangelo propone dei comportamenti da seguire, e il Battista avverte che il Messia sta venendo nel mondo per stanare i cattivi e punirli? Il discorso di oggi è la prosecuzione di quello della scorsa domenica, perciò le indicazioni suggerite sono gli strumenti per attuare il “preparate la via del Signore”. Viene il Signore e ogni uomo potrà vederlo. “Neanche in Israele ho trovato una fede così grande” (Lc 7,9). Egli viene a proclamare ai prigionieri la liberazione (Lc 4,18), a guarire gli infermi colpiti da mali di ogni genere (Lc 4,40), a chiamare i peccatori a convertirsi (Lc 5,32). Ecco la Buona Novella. Se però il cuore dell’uomo è appesantito da “affanni della vita” (I domenica di Avvento), essa non lo raggiunge.

Accade la stessa cosa anche in altri ambiti. Quante volte capita di esclamare “Non ce la faccio a seguire questa incombenza”; “Ero talmente stanco, che non sono riuscito a godere quella giornata di svago”. Appesantiti dall’ansia di accumulare beni per vivere con maggior sicurezza; tesi ad affermare noi stessi e i nostri diritti; angustiati dallo sforzo per recriminare ciò che ci spetta, rischiamo di non accorgerci che sta venendo per noi il Salvatore. E anziché carpirne la presenza, come pula portata dal vento ci ritroviamo catapultati altrove, a condurre una vita senza senso e senza speranza. I personaggi del Vangelo di oggi non si accontentano di un’esistenza di questo tipo: chiedono al Battista cosa devono fare per ottenere l’eredità promessa. Il popolo tutto è in attesa. E noi? Crediamo che Gesù Cristo vuole renderci persone felici e realizzate? Ne abbiamo fatto esperienza? Solo le risposte affermative a queste domande possono suscitare il desiderio di seguire la via per incontrare ancora una volta il Salvatore.

Parrocchia Sacro Cuore di Gesù
Via Aleardi 61 - Mestre (VE)
News
  • Orari estivi

    Sante Messe Domenica e Giorni festivi

    Sabato e Pre-festivo: Ore 19.00

    Domenica e Festivo:  Ore 8.30 (in cripta) – Ore 10.30 – Ore 19.00

    Sante Messe Giorni feriali  

    A partire dal 10 giugno e durante tutta l’estate, la Santa Messa delle ore 8.00 è sospesa. La celebrazione della Santa Messa è alle ore 18.30 in cripta. Nei mesi di luglio e agosto la recita del Santo Rosario e l’Adorazione eucaristica vengono sospese.

    SEGRETERIA

    Fino al 30 giugno: da lunedì a venerdì  dalle ore 10.00 alle ore 12.00 e dalle ore 16.00 alle ore 18.00. Sabato  dalle ore 10.00 alle ore 12.00

    Luglio e Agosto: da lunedì a venerdì  dalle ore 10.00 alle ore 12.00. Dall’11 al 17 agosto la segreteria rimane chiusa.

    Per comunicazioni urgenti telefonare al n. 041 984279 o   mandare una mail all’indirizzo segreteria@parrocchiasacrocuore.net.

    ORARI CARITAS

    La Caritas Parrocchiale chiude dal 28 giugno al 10 settembre 2019

    PATRONATO

    Il Patronato chiude tutto il mese di agosto.

  • Appuntamenti della settimana

    Domenica 9 giugno 2019

    Solennità di Pentecoste

    Giovedì 13 giugno 2019

    Sant’Antonio

    Ore 18.00 Santa Messa con tutti i bambini e i ragazzi del Gr.Est.

    Domenica 16 giugno

    Ore 10.30 Santa Messa animata dai bambini, ragazzi e animatori del Gr.Est.

    Domenica 23 giugno

    Solennità del Corpus domini

    Ore 10.30 Santa Messa con processione per le vie della parrocchia.