0% Complete
Logo
04 novembre 2017

La preghiera di suffragio per i defunti era presente nella tradizione cristiana fin dai suoi inizi. Abbiamo molti esempi nelle primitive iscrizioni sepolcrali. Ne citiamo una nella quale un cristiano anonimo prega per il padre. “Concedi il riposo all’anima di mio padre Sinete, tu che sei il riposo, la vita e la risurrezione” Bello è pure l’epitaffio che un altro anonimo ha collocato sulla tomba della sposa defunta: “Alla dolcissima sposa Lucifera ogni dolcezza. Ella lascia il suo sposo in un grande dolore. Questa iscrizione è stata posta affinché ogni fratello, leggendola, preghi Dio di accogliere presso di sé la sua anima pura e santa.

Il richiamo alla preghiera per i defunti ritorna con frequenza nelle opere dei Padri della Chiesa. San Gregorio Nazianzeno prega il Signore di accogliere nella vita eterna il più giovane dei suoi fratelli, primo a morire: “Accogli oggi il nostro fratello Cesario quale primizia del nostro pellegrinaggio”. Sant’Ambrogio prega di potersi ritrovare in cielo con tutti quelli che ha amato sulla terra e per loro rivolge al Signore una pressante invocazione: “Ti supplico, o Dio sovrano di tutti, affrettati ad accogliere nel seno della vita questi tuoi figli diletti. In sostituzione della loro vita terrena così breve, concedi loro il possesso della vita eterna” Sant’Agostino, nelle Confessioni , ricorda con commozione la richiesta che la madre morente, santa Monica, rivolse a lui e a suo fratello Navigio: “Seppellite questo corpo dove che sia, senza darvene pena. Di una sola cosa vi prego: dovunque voi sarete, ricordatevi di me davanti all’altare del Signore”. Da sempre nei cristiani è viva la certezza che non solo i vivi ma anche i defunti hanno bisogno della misericordia del Signore per conseguire la gioia eterna.

Parrocchia Sacro Cuore di Gesù
Via Aleardi 61 - Mestre (VE)
News
  • Pellegrinaggio dei giovani alla Salute

    Ecco la presentazione del pellegrinaggio: leggi qui

    Maggiori informazioni sul sito del patriarcato.

  • Appuntamenti della settimana

     

    Sabato 18 novembre 2017

    Patronato aperto dalle 15.00 alle 18.00

    Dalle ore 16.30 alle ore 19.00 Un sacerdote è a disposizione per la confessione

    Ore 19.00 S. Messa (in chiesa)

    Ore 21.00 S. Messa (in cripta, animata dalle comunità neocatecumenali)

    Domenica 19 novembre 2017

    XXXIII Domenica del Tempo Ordinario

    Ore 8.30 S. Messa (in cripta)

    Ore 10.30 S. Messa (in chiesa)

    Ore 19.00 S. Messa (in chiesa)

    Lunedì 20 novembre 2017

    Ore 17.00 Pellegrinaggio dei giovani alla Salute

    Martedì 21 novembre 2017

    Festa della Madonna della Salute, santo patrono

    Ore 8,00 S. Messa

    Ore 16,00 S. Messa in particolare per gli ammalati e gli anziani. A seguire momento di gioiosa fraternità.

    Ore 17,00 Affidamento alla Madonna e Benedizione dei bambini da 0 a 13 anni.

    Ore 18,00 Rosario

    Ore 18,30 S. Messa

    Mercoledì 22 novembre 2017

    Ore 17.30 Presso la Sala S. Antonio. Conferenza su “Scuole di Venezia”

    Giovedì 23 novembre 2017

    14° Anniversario della dedicazione della Chiesa parrocchiale

    Ore 17.00 Catechesi per adulti

    Ore 19.00 Adorazione eucaristica

    Venerdì 24 novembre 2017

    Ore 18.00 Catechesi ragazzi delle medie

    Sabato 18 novembre 2017

    Patronato aperto dalle 15.00 alle 18.00

    Dalle ore 16.30 alle ore 19.00 Un sacerdote è a disposizione per la confessione

    Ore 19.00 S. Messa (in chiesa)

    Ore 21.00 S. Messa (in cripta, animata dalle comunità neocatecumenali)

    Domenica 26 novembre 2017

    XXXIIII Domenica del Tempo Ordinario

    Festa di Cristo Re dell’Universo

    Ore 8.30 S. Messa (in cripta)

    Ore 10.30 S. Messa (in chiesa)

    Ore 19.00 S. Messa (in chiesa)