0% Complete
Logo

In questa domenica, 11 febbraio 2018, Memoria della Madonna di Lourdes, con tutta la Chiesa celebriamo la XXVI Giornata Mondiale del Malato che ha come tema “Mater Ecclesiae: “Ecco tuo Figlio…. Ecco tua Madre – E da quell’ora il discepolo l’accolse con sé” (Gv 19, 26-27).

La prospettiva nella quale si colloca il tema è al vertice del dramma cristiano. La scena è quella – oscura e tragica – della crocifissione di Gesù. Lo strazio fisico e l’umiliazione morale e spirituale del suppliziato si snodano fra il dolore di pochi, l’aberrazione di chi tenta la sorte per spartirsi i poveri panni del Signore e i distinguo sofistici di chi vorrebbe cambiare il titolo della condanna scritta da Pilato. Una scena da brividi, la quale non deve apparire sfumata dal tempo, se solo prestiamo pietosa attenzione alle migliaia di calvari anonimi a cui ci stanno abituando questi tempi di violenza diffusa e generalizzata.

A questo riguardo l’esperienza ecclesiale non parte da zero. Ascoltiamo Papa Francesco: “Devo dire in primo luogo e come dovere di giustizia, che l’apporto della Chiesa nel mondo attuale è enorme. Il nostro dolore e la nostra vergogna per i peccati di alcuni membri della Chiesa, e per i nostri, non devono far dimenticare quanti cristiani danno la vita per amore: aiutano tanta gente a curarsi o a morire in pace in precari ospedali, o accompagnano le persone rese schiave da diverse dipendenze nei luoghi più poveri della Terra, o si prodigano nell’educazione di bambini e giovani, o si prendono cura di anziani abbandonati da tutti, o cercano di comunicare valori in ambienti ostili, o si dedicano in molti altri modi, che mostrano l’immenso amore per l’umanità ispiratoci dal Dio fatto uomo”.

E tuttavia la consapevolezza di questa bella storia non ci deve lasciar tranquilli. La Giornata Mondiale del Malato ha quindi lo scopo di rinnovare la santa inquietudine di Cristo che porta a termine la missione del Padre, invitando i discepoli a guardare, riconoscersi, amare a farsi carico l’uno dell’altro.

 

Parrocchia Sacro Cuore di Gesù
Via Aleardi 61 - Mestre (VE)
News
  • Catechesi pasquali

    Venerdì 23 febbraio, 9 marzo e 23 marzo ore 20.45

    “Perché vegliamo questa notte?”

    Tutti i gruppi e i singoli parrocchiani sono caldamente invitati!!!

     

  • Appuntamenti della settimana

    Sabato 17 febbraio 2018

    Dalle ore 16.30 alle 19.00 è disponibile in chiesa un sacerdote per il sacramento della Riconciliazione.

    Ore 19.00 Santa Messa (in chiesa)

    Ore 21.00 Santa Messa animata dalle comunità neocatecumenali (in cripta)

    Domenica 18 febbraio 2018

    I domenica di Quaresima – Anno B

    Ore 8.30 S. Messa (in cripta)

    Ore 10.30 S. Messa (in chiesa)

    Dopo la Messa delle 10.30, tutti gli adulti e i genitori della catechesi sono invitati al ritiro di quaresima in Chiesa; i bambini e i ragazzi vivranno questo momento in patronato con i catechisti.

    Ore 19.00 S. Messa (in chiesa)

    Lunedì 19 febbraio 2018

    Inizio del secondo ciclo dei Gruppi di Ascolto

    Ore 20.30 Incontro “Il filo e le perle” del gruppo giovani AC presso san Girolamo

    Ore 21.00 Catechesi comunità neocatecumenali

    Martedì 20 febbraio 2018

    Ore 18.00 Catechismo elementari in Patronato!!

    Ore 18.00 Riunione di tutti i genitori del catechismo (sia medie che elementari) con il parroco in patronato

    Giovedì 22 febbraio 2018

    Ore 16.30 Catechesi per adulti

    Ore 19.00 Adorazione eucaristica

    Ore 21.00 Catechesi comunità neocatecumenali

    Venerdì 23 febbraio 2018

    Ore 18.00 Via crucis

    Ore 18.00 Catechismo medie in patronato

    Ore 18.30 Gruppo giovanissimi AC

    Ore 20.45 Catechesi pasquale del parroco “Perché vegliamo questa notte?”

    Sabato 24 febbraio 2018

    Dalle ore 16.30 alle 19.00 è disponibile in chiesa un sacerdote per il sacramento della Riconciliazione.

    Ore 19.00 Santa Messa (in chiesa)

    Ore 21.00 Santa Messa animata dalle comunità neocatecumenali (in cripta)

    Domenica 25 febbraio 2018

    II domenica di Quaresima – Anno B

    Ore 8.30 S. Messa (in cripta)

    Ore 10.30 S. Messa (in chiesa)

    Ore 19.00 S. Messa (in chiesa)