0% Complete
Logo

L’Eucaristia fa la Chiesa mediante la consacrazione e la comunione È il sacrificio pasquale di Gesù che ci unisce al suo “si” al Padre. È il sacrificio dell’uomo stesso in quanto muore al mondo e vive per Dio, dell’uomo che riconoscendo il mistero dice “si”. L’Eucaristia, ripresentandoci la morte di Gesù accettata liberamente nell’ultima cena e ripetuta nella sua passione, dispone l’uomo e lo spinge interiormente a dire il suo “si” al mistero. Per comprendere meglio questa forza dell’Eucaristia, potremmo dire che Essa, unendoci a Gesù nel Getsemani, fa dire alla Chiesa e all’assemblea: “Si, o Padre, non quello che io voglio, ma quello che tu vuoi”. È il secondo momento di chi ha accolto il mistero e vi aderisce dedicando la sua vita a Dio. La Chiesa dice di sì alla sua missione, al suo destino, alle sue prove, alle sue persecuzioni. Il cristiano dice sì alla famiglia, all’amore, alla vita, alla malattia, alla morte, a tutti gli impegni che l’esperienza quotidiana gli dà, voluti o non voluti.  Ciascuno dice sì al fratello che gli è vicino, anche se gli è antipatico e non riesce a sopportarlo, perché nella forza della morte di Cristo accoglie tutta la sua storia. La celebrazione porta l’assemblea a vivere il sì al Padre in una esperienza di comunicazione piena e indicibile con Dio stesso, in Cristo, con i fratelli. Quindi l’Eucaristia fa dell’assemblea un corpo solo, unito in comunione piena, perfetta di natura sua con Dio, che attende soltanto di essere svelato nella pienezza della gloria e attua il desiderio profondo di ogni uomo di essere in comunione con Dio. Tutta l’ansia dell’umanità, tutti i sacrifici antichi, tutto il desiderio delle religioni alla comunione con Dio, sono attuati nell’Eucaristia. E, come Cristo è in perfetta comunione con il Padre, così il suo corpo è in perfetta comunione con Lui e perciò vive un’esperienza di fraternità. Soltanto in forza dell’eucaristia l’uomo può rinunciare a qualcosa di irrinunciabile come è la propria soggettività: la perdita della vita nel corpo della Chiesa è frutto dell’Eucaristia.

 

Parrocchia Sacro Cuore di Gesù
Via Aleardi 61 - Mestre (VE)
News
  • Orari estivi

    Sante Messe Domenica e Giorni festivi

    Sabato e Pre-festivo: Ore 19.00

    Domenica e Festivo:  Ore 8.30 (in cripta) – Ore 10.30 – Ore 19.00

    Sante Messe Giorni feriali  

    A partire dal 10 giugno e durante tutta l’estate, la Santa Messa delle ore 8.00 è sospesa. La celebrazione della Santa Messa è alle ore 18.30 in cripta. Nei mesi di luglio e agosto la recita del Santo Rosario e l’Adorazione eucaristica vengono sospese.

    SEGRETERIA

    Fino al 30 giugno: da lunedì a venerdì  dalle ore 10.00 alle ore 12.00 e dalle ore 16.00 alle ore 18.00. Sabato  dalle ore 10.00 alle ore 12.00

    Luglio e Agosto: da lunedì a venerdì  dalle ore 10.00 alle ore 12.00. Dall’11 al 17 agosto la segreteria rimane chiusa.

    Per comunicazioni urgenti telefonare al n. 041 984279 o   mandare una mail all’indirizzo segreteria@parrocchiasacrocuore.net.

    ORARI CARITAS

    La Caritas Parrocchiale chiude dal 28 giugno al 10 settembre 2019

    PATRONATO

    Il Patronato chiude tutto il mese di agosto.

  • Appuntamenti della settimana

    Domenica 9 giugno 2019

    Solennità di Pentecoste

    Giovedì 13 giugno 2019

    Sant’Antonio

    Ore 18.00 Santa Messa con tutti i bambini e i ragazzi del Gr.Est.

    Domenica 16 giugno

    Ore 10.30 Santa Messa animata dai bambini, ragazzi e animatori del Gr.Est.

    Domenica 23 giugno

    Solennità del Corpus domini

    Ore 10.30 Santa Messa con processione per le vie della parrocchia.