0% Complete
Logo

Seconda parte: Maria è stella splendente che guida il cammino della vita di ogni cristiano, è Lei  ad indicarci il valore e il senso dell’Eucaristia.

Esiste un’analogia profonda tra il si pronunciato da Maria alle parole dell’Angelo, e l’amen che ogni fedele pronuncia quando riceve il Corpo del Signore. A Maria fu chiesto di credere che colui che Ella concepiva “per opera dello Spirito Santo” era il “Figlio di Dio”. In continuità con la fede della Vergine, nel Mistero Eucaristico ci viene chiesto di credere che quello stesso Gesù, Figlio di Dio e Figlio di Maria, si rende presente con l’intero suo essere umano-divino nei segni del pane e del vino. “Beata colei che ha creduto”: Maria ha anticipato, nel mistero dell’Incarnazione, anche la fede eucaristica della Chiesa. Quando, nella visita alla cugina Elisabetta, porta in grembo il Verbo fatto carne, Ella si fa, in qualche modo, “tabernacolo” – il primo “tabernacolo” della storia – dove il Figlio di Dio, ancora invisibile, agli occhi degli uomini, si concede all’adorazione di Elisabetta, quasi “irradiando” la sua luce attraverso gli occhi e la voce di Maria. e lo sguardo rapito di Maria nel contemplare il volto di Cristo appena nato e nello stringerlo tra le sue braccia, non è forse l’inarrivabile modello di amore a cui deve ispirarsi ogni nostra comunità eucaristica? Maria fece sua, con tutta la vita accanto al Cristo, e non soltanto sul Calvario, la dimensione sacrificale dell’Eucaristia. quando portò il bimbo Gesù al tempio di Gerusalemme “per offrirlo al Signore”, si sentì annunciare dal vecchio Simeone che quel Bambino sarebbe stato “segno di contraddizione” e che una “spada” avrebbe trapassato anche l’animo di Lei. Era preannunciato così il dramma del Figlio crocifisso e in qualche modo veniva prefigurato così il dramma del Figlio crocifisso e in qualche modo veniva ‘prefigurato lo stare della Vergine ai piedi della Croce. Preparandosi giorno per giorno al Calvario, Maria viveva una sorta di “Eucaristia anticipata”, si direbbe “comunione spirituale” di desiderio e di offerta, che avrà il suo compimento nella passione e morte del Figlio.

Parrocchia Sacro Cuore di Gesù
Via Aleardi 61 - Mestre (VE)
News
  • Appuntamenti della settimana

    Sabato 11 gennaio 2020

    Ore 19.00 Santa Messa (in cripta)

    Domenica 12 gennaio 2020

    Battesimo del Signore – Anno A

    Ore 8.30 Santa Messa (in cripta)

    Ore 10.30 Santa Messa (in chiesa)

    Ore 18.15 Vespri

    Ore 19.00 Santa Messa (in cripta)

    Lunedì 13 gennaio 2020

    Ore 21.00 Riunione catechisti

    Martedì 14 gennaio 2020

    Ore 16.45 Catechismo elementari

    Mercoledì 15 gennaio 2020

    Ore 18.30 Gruppo liturgico

    Ore 20.00 Comunità di Sant’Egidio (in patronato)

    Giovedì 16 gennaio 2020

    Ore 21.00 Adorazione eucaristica (in cripta)

    Venerdì 17 gennaio 2020

    Ore 18.00 Catechismo medie

    Sabato 18 gennaio 2020

    Inizio della settimana di preghiera per l’unità dei Cristiani

    Ore 19.00 Santa Messa (in cripta)

    Domenica 19 gennaio 2020

    I domenica del Tempo Ordinario – Anno A

    Ore 8.30 Santa Messa (in cripta)

    Ore 10.30 Santa Messa (in chiesa)

    Ore 18.30 Vespri

    Ore 19.00 Santa Messa (in cripta)

    Martedì 21 gennaio 2020

    Ore 16.45 Catechismo elementari

    Mercoledì 22 gennaio 2020

    Ore 20.00 Comunità di Sant’Egidio (in patronato)

    Giovedì 23 gennaio 2020

    Ore 17.00 Riflessione sul Vangelo tenuta dal diacono Daniele

    Venerdì 24 gennaio 2020

    Ore 18.00 Catechismo medie

    Sabato 25 gennaio 2020

    Fine della settimana di preghiera per l’unità dei Cristiani

    Ore 19.00 Santa Messa (in cripta)

    Domenica 26 gennaio 2020

    II domenica del Tempo Ordinario – Anno A

    Domenica della Parola

    Ore 8.30 Santa Messa (in cripta)

    Ore 10.30 Santa Messa (in chiesa)

    Ore 18.30 Vespri

    Ore 19.00 Santa Messa (in chiesa)